« home





Lo studio di Via Masi

    Aver lavorato come dipendente, come socio di uno studio associato, come professionista in forma singola, in tempi via via pi convulsi, mi fa ritenere che il lavoro in architettura possa essere svolto solo con forti motivazioni personali. Generalmente le motivazioni sono la consapevolezza di crescere professionalmente e il piacere di vedere infine costruito un proprio progetto: scena significante in sintonia con la nostra concezione del vivere. E' quindi la libera professione la situazione naturale per vivere questo mestiere dal magro riscontro economico.

    La specializzazione dello studio nasce dall'interesse per le tecniche costruttive tradizionali, i tipi edilizi, l'architettura storica e per i metodi di intervento su di essa. Da questi interessi si sono sviluppati due ambiti di intervento:

  • la progettazione e calcolazione statica, anche per conto terzi
  • la progettazione di nuova edificazione secondo i criteri del ripristino tipologico.

    Attualmente nel primo ambito, oltre a ripristini e ristrutturazioni sul costruito, l'interesse principale per l'applicazione delle normative anti-sismiche — ora vigenti in tutta Italia — alle strutture storiche in laterizio, pietra e legno.

    Nel secondo ambito, la progettazione di due insediamenti residenziali nei quali la prima attenzione la creazione di un ambiente edilizio contestualizzato in area omogenea di paesaggio. Sono ubicati uno nella pianura bolognese, l'altro lungo il tratto appenninico del fiume Reno, su un terrazzo alluvionale.